Ricette tradizionali

Alinea apre il pop-up a New York questo autunno

Alinea apre il pop-up a New York questo autunno

Il piatto Steelhead Roe, uno dei tanti bei piatti disponibili all'Alinea di Chicago che potremmo vedere questo autunno.

Inizia subito a metterti in fila per assicurarti il ​​tuo posto nella nuova sede di Alinea a New York. Grant Achatz ha appena annunciato tramite un'intervista a Fine Dining Lovers che aprirà un posizione pop-up Alinea in una località sconosciuta a Manhattan questo autunno. Alinea a Chicago è costantemente apparsa nella Top 50 Restaurants in the World sponsorizzata da San Pellegrino, ed è appena stata classificata al nono posto nella lista di quest'anno.

Achatz ha affermato che il pop-up di Alinea sarà molto simile nel menu e nell'atmosfera alla location di Chicago e sarà aperto solo per un breve periodo di tempo, molto probabilmente un mese.

"Questo prenderà Alinea e la abbatterà letteralmente a Manhattan", ha detto Achatz nell'intervista. “Vogliamo portare l'esperienza al commensale in contrasto con il commensale che viene all'esperienza. Siamo al punto in cui sentiamo che i ristoranti ora hanno una portata globale, quindi perché non portare il cibo e il servizio in città diverse?"

Se sei preoccupato di ottenere un tavolo con solo 30 giorni di prenotazioni disponibili (dovresti esserlo), Achatz ha suggerito che il pop-up potrebbe portare a un avamposto permanente a New York City.

“Vediamo come funziona, testiamo il mercato, a New York piacerà Alinea?” Achatz ha proposto. “Ha funzionato molto bene a Chicago, ma funzionerà a New York? Se potessimo aprire un ristorante a New York - immagina Tokyo, Parigi, Singapore, Londra - immagina le esperienze che il mio team potrebbe trarre da questo".

Joanna Fantozzi è Associate Editor di The Daily Meal. Seguila su Twitter @Giovanna Fantozzi


Fashion Diary: Con Fashion's Night Out, una nuova era

Anche quando ero un adolescente ossessionato dallo stile che cresceva a New York City, non avevo idea di quando fosse la settimana della moda, l'occasione due volte l'anno in cui i designer lanciano le loro collezioni per una stagione quindi per selezionati acquirenti di negozi e redattori influenti. Ma ora è impossibile ignorarlo. Ci sono striscioni sui lampioni che annunciano l'evento e funzionalità sul video loop TV dei taxi che lo promuovono. Mercoledì, il sindaco Bloomberg ha persino ribattezzato la linea della metropolitana n. 1 "The Fashion Line" per la settimana.

Tutto questo per dire che questa fashion week appartiene alla città.

E perchè no? La moda è una delle più grandi industrie della città, ed è ovunque - in TV, dove lo shopping stravagante noto come Fashion's Night Out è una trama su "Gossip Girl" nel film, con J. Crew che veste il cast nel prossimo film Il film di Katie Holmes “The Romantics” al Museum of the City of New York, dove la mostra “Notorious and Notable: 20th Century Women of Style” apre martedì nelle librerie, dove il nuovo titolo della star di “Project Runway” Tim Gunn, “Gunn's Golden Regole", sta facendo un tuffo e in tutto Internet, con i blogger che ora vengono sfruttati per sfilare in stile, modellare in spettacoli, ospitare feste e persino creare collezioni.

Il trasferimento di questa Mercedes-Benz Fashion Week da Bryant Park al Lincoln Center, sede del New York City Ballet e del Metropolitan Opera, sottolinea il crescente profilo della moda nel mondo dell'arte e dello spettacolo. Lo scorso fine settimana, ero seduto sui gradini della piazza del complesso di belle arti, guardando l'opera "Carmen" dal vivo su un grande schermo all'aperto come parte della serie gratuita "Live in HD" dell'opera. Quarantotto ore dopo, stavo guardando "Fashion's Night Out — The Show", la più grande sfilata di moda pubblica nella storia di New York, che è stata registrata per essere trasmessa su CBS il 14 settembre. (Immaginate se le normali sfilate fossero state proiettate in HD sulla piazza.)

Essere a "Fashion's Night Out - The Show" era quasi come essere in un video musicale. Prodotto dalla rivista Vogue e da Spec Entertainment martedì, l'evento ha attirato 1.500 ospiti con biglietto. Le migliori modelle del mondo (Gisele, Karolina, Chanel, Naomi - i nomi sono appropriati per questo gruppo) erano lì, 150 forti, alcune scendono da un autobus a due piani su Columbus Avenue e altre salendo i gradini dal marciapiede ai ceppi di "Impero della ragione."

Hanno colpito la passerella velocemente, una sfocatura di gonne a ruota, borse di pelliccia, abiti tagliati in sbieco e acconciature a onde dipinte. In soli 15 minuti hanno accompagnato la folla attraverso le tendenze principali di questo autunno, quelle disponibili nei negozi ora - tra cui stile anni '50, go-global e Jazz Age cool - rappresentate da look mix 'n' match dei designer dalla A alla Z: Ann Taylor e Celine a Yves Saint Laurent e Zac Posen. Poi è iniziata la festa da ballo Pharrell Williams è salito al centro della scena e ha fatto alzare la folla in piedi.

La consueta gerarchia delle sfilate di moda era in gran parte assente. Per cominciare, la pista a forma di anello ha reso tutti i sedili della prima o della seconda fila. (Si trattava di essere accessibili, dopotutto, portare la moda alla gente e dare il via alle vendite al dettaglio con stili di stagione, non quelli che arriveranno nei negozi tra mesi, come nel solito trapano da passerella.) Eppure, ce n'erano abbastanza volti familiari per soddisfare un desiderio di piacere per gli occhi: stilisti, tra cui Diane von Furstenberg, Tory Burch, Thakoon Panichgul, Phillip Lim, Tommy Hilfiger e Donna Karan, e celebrità che rappresentano una generosa sezione trasversale di notabili di New York.

Ma anche le persone "vere" erano lì, e felici di esserci. Nicole Gale, una quindicenne di Manasquan, N.J., ha paragonato la sua fortuna nel vedere lo spettacolo a prendere i biglietti per il concerto. Per lei, le modelle e le celebrità erano emozionanti quanto i vestiti.

I designer hanno aumentato il fattore intrattenimento durante la settimana della moda anche in altri modi: aprendo negozi pop-up (Elizabeth & James e l'etichetta di calzature Florsheim, per citarne due) e alleandosi con atti musicali, sia per gli eventi Fashion's Night Out che per gli spettacoli degli stilisti e feste — Francisco Costa di Calvin Klein con Bryan Adams, Ralph Lauren con Janelle Monae, Cynthia Rowley con Nick Cave e Tommy Hilfiger con gli Strokes.

La vera sfida è come capitalizzare su tutto.

"Fashion's Night Out - The Show" ha molto potenziale. È stato concepito come compagno di Fashion's Night Out, l'evento internazionale di shopping globale tenutosi il 10 settembre di quest'anno. Ma la trasmissione che lo porterà nelle case di tutta l'America non andrà in onda fino a dopo il fatto. Quanto potrebbe essere più potente se fosse mandato in onda in anticipo, come teaser?

Un'altra idea: dal momento che lo spettacolo presenta stili di stagione, perché non incorporare un elemento di shopping per gli spettatori a casa, magari con una sorta di tecnologia mobile point-and-click?

Ovunque vada a finire, non c'è dubbio che quello che stiamo vedendo con "Fashion's Night Out — The Show" e Fashion's Night Out, l'evento, è l'inizio di un nuovo ciclo della moda, orientato verso la corsa in metropolitana pubblico piuttosto che l'editore con autista.

È una buona cosa per l'industria perché più i consumatori guardano, leggono e sentono parlare di moda, più la vorranno, in un minuto a New York.


Restrizioni di combattimento

I pop-up forniscono anche una strada per navigare in restrizioni severe. Kingfisher a Durham, nella Carolina del Nord, non poteva operare come bar, grazie alle rigide leggi statali sui liquori. "Dovevamo passare a un ristorante", afferma Sean Umstead, co-proprietario di Kingfisher. Ha aperto QueenBurgers, vendendo hamburger strepitosi oltre a vino, birra e cocktail in bottiglia nel cortile di Kingfisher. "Dovevamo capire cosa potevamo eseguire come baristi in modo coerente e rapido", afferma. “Eravamo un cocktail bar a servizio completo e high-touch, e ora siamo un negozio di hamburger a servizio rapido.”

Kelsey Ramage continua a combattere le restrizioni indotte dal governo. Ha chiuso il suo acclamato bar Supernova Ballroom a metà pandemia. La sua posizione nel distretto finanziario di Toronto significava nessun patio esterno e nessun traffico pedonale, riducendo la capacità del bar di superare la pandemia.

Ma Ramage ha realizzato che il concetto di Supernova Ballroom può esistere al di fuori del bar fisico. Ora conduce un programma di consegna potenziato e sta progettando una serie di pop-up socialmente distanziati ad alto numero di ottani in proprietà vuote in giro per la città. Ma le restrizioni in continua evoluzione in città continuano a rimandare le date pop-up. "L'intero settore dovrà diventare molto più creativo per sopravvivere", afferma.


Tupperware sta aprendo un pop-up degno di Instagram a New York City

Tutti hanno dei fidati Tupperware in cucina. È durevole, affidabile e ora totalmente instagrammabile.

In onore del suo 73° anniversario, Tupperware apre il suo primo locale pop-up a New York chiamato TuppSoho. Questo negozio temporaneo sarà aperto fino al 22 dicembre e sarà uno sportello unico per tutte le esigenze dell'organizzazione della tua cucina.

È anche uno spazio meraviglioso pieno di display colorati e installazioni che sicuramente soddisferanno qualsiasi amante dei social media. Questo negozio ospiterà alcuni dei migliori prodotti Tupperware per soddisfare tutti i tipi di funzioni nella tua casa, tra cui la preparazione, la conservazione, la cottura, l'organizzazione e l'intrattenimento del cibo. Questa è la festa di Tupperware di tua madre.

“L'apertura di TuppSoho segna un punto monumentale nella lunga storia del nostro marchio. Stiamo dando accesso al nostro marchio come mai prima d'ora", ha affermato Asha Gupta, Chief Strategy and Marketing Officer di Tupperware Brands in una dichiarazione. "Tupperware è da decenni una parte importante del modo in cui le persone interagiscono con la cucina e il cibo. In effetti, siamo un punto di riferimento culturale e lo stiamo abbracciando ora aprendo le nostre porte a più persone per sperimentare la magia e la profondità di Tupperware.”

La conservazione degli alimenti riutilizzabili è diventata un must nelle famiglie che si dedicano ad aiutare l'ambiente. Per decenni, Tupperware ha fornito alcuni dei migliori contenitori e prodotti che aiutano le persone a mantenere il cibo fresco più a lungo senza dover buttare via gli oggetti dopo averli usati.

Alcuni prodotti più venduti che saranno a TuppSoho includono il contenitore FridgeSmart, che aiuta a preservare la freschezza anche più a lungo di un normale contenitore, e il MicroPro Grill, che è uno strumento ideale e senza stress per grigliare il cibo anche se non avere un barbecue in giardino.

Anche il team culinario di Tupperware sarà sul posto per fare dimostrazioni interattive e fornire consigli e ricette utili ai clienti. Oltre al pop-up, Tupperware sta anche lanciando un nuovissimo sito Web aggiornato per rendere l'acquisto ancora più semplice.

TuppSoho è attualmente aperto a 227 Mulberry Street a New York City. Per maggiori informazioni, visita il sito web di TuppSoho o segui l'hashtag #TuppSoho sui social media.


Ristoranti pop-up un successo con l'anca di New York

Quando si tratta di cenare come un insider di Gotham, probabilmente sai tutto sui food truck e gli speakeasy segreti. Ma per quanto riguarda i ristoranti pop-up?

Nati dalla crisi economica, i ristoranti pop-up sono arrivati ​​sulla scena newyorkese poco più di un anno fa. Chef e aspiranti imprenditori schiacciati dalla recessione stavano cercando modi per ottenere visibilità e testare nuove attività con poche spese generali.

PER IL RECORD:
Ristoranti pop-up: una storia nella sezione Viaggi del 7 marzo sui ristoranti pop-up di New York - luoghi in cui si mangiano "appaiono" nel sito di un'altra attività e non sono permanenti - ha riportato erroneamente la data di chiusura di un ristorante temporaneo chiamato sandwich. Questo pop-up all'interno del Whitney Museum of American Art rimarrà aperto fino all'autunno.

La popolarità di questi ristoranti e negozi di alimentari non dovrebbe sorprendere. In una città che feticizza il più nuovo, l'effimero e la "cosa che nessun altro ha ancora fatto", un ristorante o un negozio che è aperto solo per un tempo limitato ha un fattore cool incorporato.

panino, Whitney Museum of American Art, 945 Madison Ave., N.Y. (212) 570-3600, www.whitney.org. Il pop-up rimarrà aperto fino all'autunno.

AsiaCane al Trophy Bar, 351 Broadway, Williamsburg, Brooklyn (347) 227-8515 asiadognyc.com. 19:00-23:00 Martedì a partire dalla prima settimana di maggio circa.

Bep al Simple Café, 346 Bedford Ave., Williamsburg, Brooklyn (718) 218-7067 beprestaurant.blogspot.com. Tutto l'anno il lunedì, giovedì e venerdì sera.

Come molte tendenze gastronomiche, i pop-up sono iniziati in gran parte a Brooklyn, dove puoi iniziare il tuo tour nel paradiso hipster di Williamsburg.

Qui troverai Bep. A poco più di un anno, questo ristorante vietnamita opera in una caffetteria francese senza pretese, Simple Café.

"Avrei dovuto aprire un posto con un partner e ci siamo lasciati, quindi non avevo più abbastanza soldi", dice An Nguyen Xuan.

"Stavo cercando un modo per provarlo, e sono passato da Simple Café e ho visto che sono chiusi il lunedì", spiega. “La proprietaria, lei è francese, e io sono francese vietnamita, quindi ho pensato che saremmo andati d'accordo. Abbiamo iniziato facendo solo il lunedì e dopo otto mesi abbiamo aggiunto più notti”.

Bep ora rileva Simple Café tre giorni alla settimana. Il menu è pieno di classici vietnamiti freschi. Sebbene il cibo sia gustoso, il fascino, ovviamente, è che non è proprio un ristorante. Non c'è nessun segno sulla porta che annuncia che serve cibo vietnamita.

Lezione n. 1: non aspettarti di imbatterti in un pop-up. Come i rave degli anni '90, devi sapere che c'è.

Lo stesso vale per AsiaDog, perché è stagionale. In estate, AsiaDog prende il controllo del Trophy Bar, un bar di quartiere a Williamsburg, il martedì sera. AsiaDog serve hot dog conditi con condimenti di influenza asiatica. Uno spalmato con curry giapponese e mele kimchi fatte in casa è popolare, così come il bánh mihot dog in stile e il bulgogi-hamburger ispirato. L'atmosfera è sobria, come un barbecue informale in giardino, con la chef-proprietaria Melanie Campbell alla griglia.

Lezione n. 2: aspettati di aspettare a un pop-up, specialmente quando è coinvolta la birra.

Trophy Bar è stato il primo di molti pop-up per AsiaDog. L'estate scorsa è apparso in diversi bar, soprattutto a Manhattan, quasi tutte le sere. Campbell si sta preparando ad annunciare il programma di questa estate, ma nel frattempo, puoi provare i cani ogni fine settimana al mercato delle pulci di Brooklyn a Fort Greene e alla Bell House, uno spazio per spettacoli nel quartiere Gowanus di Brooklyn che prenota AsiaDog ogni volta che viene venduto- fuori spettacoli.

Come ogni evento underground, questi pop-up vengono spesso annunciati all'ultimo minuto e l'unico modo per seguirli è su Twitter. Anche il sito Web di AsiaDog non ha sempre il suo programma più recente.

Lezione n. 3: Rimani aggiornato su Twitter.

Bep e AsiaDog hanno avuto una durata di conservazione più lunga rispetto ad alcuni pop-up, che sono di progettazione di breve durata. Durante la settimana di San Valentino, a New York City sono spuntati due negozi di dolciumi. Dorie Greenspan, l'autrice di libri di cucina, e suo figlio Josh hanno rilevato una parte di un parrucchiere nell'Upper East Side per provare la sua attività di biscotti. Non è stato del tutto casuale che Josh si sia tagliato i capelli al salone, e Greenspan è nota per le sue ricette di biscotti.

La natura nascosta dei pop-up significa che a volte le solite pratiche burocratiche dei negozi fisici vengono ignorate. Anche se i pignoli potrebbero chiedersi quanto sia saggio vendere - o comprare - cibo in un salone, Josh dice che non ci sono stati problemi. I biscotti, confezionati singolarmente in sacchetti di cellophan, venivano venduti dove non si effettuava il taglio dei capelli. Si sono esauriti progressivamente prima di ciascuno dei sei giorni di apertura del pop-up, e ora i Greenspan stanno cercando uno spazio per aprire una panetteria permanente in autunno.

Lezione n. 4. Vai all'orario di apertura.

Kumquat Cupcakery e Liddabit Sweets, due artigiani con sede a Brooklyn che vendono principalmente al mercato delle pulci di Brooklyn e sui propri siti web, sono spuntati temporaneamente nello spazio precedentemente occupato da un negozio di abbigliamento vintage e articoli per la casa a Greenpoint, un altro quartiere di Brooklyn. Il kumquat troppo spesso ha esaurito le sue "cakelettes" in miniatura e Liddabit spera di aprire un giorno un'attività fisica più permanente.

E, come con ogni buona tendenza, l'establishment ha preso piede.

Danny Meyer, uno dei più grandi ristoratori della città, ha lanciato un ristorante pop-up alla mostra Biennale del Whitney Museum of American Art. Per tutta la durata della mostra — che durerà fino al 30 maggio — all'interno del museo è aperto il ristorante temporaneo, chiamato Sandwiched. Gli chef dell'impero di Meyer, come Floyd Cardoz di Tabla e Daniel Humm di Eleven Madison Park, hanno progettato panini per il menu, e i pasticceri dei ristoranti hanno creato dolci per la lista dei dessert.

Metropolitana? Probabilmente no. Ma ci sono ancora molte cose meravigliose da mangiare, con una data di scadenza davvero alla moda.

Esplora la California, l'Occidente e oltre con la newsletter settimanale Escapes.

Occasionalmente potresti ricevere contenuti promozionali dal Los Angeles Times.


Il Museo del Gelato arriverà a San Francisco questo autunno

Anche se personalmente non hai ancora avuto la possibilità di entrare nella famosa Sprinkle Pool del Museo del gelato, senza dubbio ne hai sentito parlare e l'hai visto su tutto il tuo feed di Instagram. Dopotutto, è diventata la sostanza di una leggenda dolce e zuccherina.

Ora, hai un'altra possibilità di ottenere uno di quegli ambiti &aposgrammi per te stesso, supponendo che tu viva da qualche parte vicino a San Francisco, cioè, o che tu sia disposto a fare un viaggio lì il mese prossimo. Il MoIC ha appena annunciato il debutto della sua terza sede a San Francisco, che segue le orme spruzzate delle sue sedi di New York City e Los Angeles. Sarà inaugurato il 17 settembre e rimarrà aperto tutti i giorni dalle 11:00 alle 22:00. (chiuso il martedì).

Proprio come abbiamo visto a Los Angeles e prima ancora a New York, il team di designer di museum&aposs prevede di creare dieci installazioni colorate per i suoi nuovi clienti. Tutto il divertimento andrà al 1 Grant Avenue in Union Square, nel bel mezzo della Città d'Oro. Il nuovo museo sarà caratterizzato da un giardino di caramelle interattivo, unicorni arcobaleno, un'installazione push-pop, oltre alla Sprinkle Pool, che è "riempita con oltre cento milioni di spruzzi personalizzati". Sì. Cento milioni di loro.

C'è anche una "Pop Rocks Cave", che sarà probabilmente in egual misura divertente e terrificante.

Oh, e c'è anche il gelato, ovviamente! Il Museo presenterà coni da urlo dai suoi partner locali, che serviranno rispettivamente uno "scoop della settimana" a rotazione. Si parla addirittura di un gusto "Museo del Gelato". Che cosa fa un sapore da museo, chiedi? Bene, gente, dobbiamo aspettare tutti in fila insieme per scoprirlo.


Ristoranti pop-up un successo con l'anca di New York

Quando si tratta di cenare come un insider di Gotham, probabilmente sai tutto sui food truck e gli speakeasy segreti. Ma per quanto riguarda i ristoranti pop-up?

Nati dalla crisi economica, i ristoranti pop-up sono arrivati ​​sulla scena newyorkese poco più di un anno fa. Chef e aspiranti imprenditori schiacciati dalla recessione stavano cercando modi per ottenere visibilità e testare nuove attività con poche spese generali.

PER IL RECORD:
Ristoranti pop-up: una storia nella sezione Viaggi del 7 marzo sui ristoranti pop-up di New York - luoghi in cui si mangiano "appaiono" nel sito di un'altra attività e non sono permanenti - ha riportato erroneamente la data di chiusura di un ristorante temporaneo chiamato sandwich. Questo pop-up all'interno del Whitney Museum of American Art rimarrà aperto fino all'autunno.

La popolarità di questi ristoranti e negozi di alimentari non dovrebbe sorprendere. In una città che feticizza il più nuovo, l'effimero e la "cosa che nessun altro ha ancora fatto", un ristorante o un negozio che è aperto solo per un tempo limitato ha un fattore cool incorporato.

panino, Whitney Museum of American Art, 945 Madison Ave., N.Y. (212) 570-3600, www.whitney.org. Il pop-up rimarrà aperto fino all'autunno.

AsiaCane al Trophy Bar, 351 Broadway, Williamsburg, Brooklyn (347) 227-8515 asiadognyc.com. 19:00-23:00 Martedì a partire dalla prima settimana di maggio circa.

Bep al Simple Café, 346 Bedford Ave., Williamsburg, Brooklyn (718) 218-7067 beprestaurant.blogspot.com. Tutto l'anno il lunedì, giovedì e venerdì sera.

Come molte tendenze gastronomiche, i pop-up sono iniziati in gran parte a Brooklyn, dove puoi iniziare il tuo tour nel paradiso hipster di Williamsburg.

Qui troverai Bep. A poco più di un anno, questo ristorante vietnamita opera in una caffetteria francese senza pretese, Simple Café.

"Avrei dovuto aprire un posto con un partner e ci siamo lasciati, quindi non avevo più abbastanza soldi", dice An Nguyen Xuan.

"Stavo cercando un modo per provarlo, e sono passato da Simple Café e ho visto che sono chiusi il lunedì", spiega. “La proprietaria, lei è francese, e io sono francese vietnamita, quindi ho pensato che saremmo andati d'accordo. Abbiamo iniziato facendo solo il lunedì e dopo otto mesi abbiamo aggiunto più notti”.

Bep ora rileva Simple Café tre giorni alla settimana. Il menu è pieno di classici vietnamiti freschi. Sebbene il cibo sia gustoso, il fascino, ovviamente, è che non è proprio un ristorante. Non c'è nessun segno sulla porta che annuncia che serve cibo vietnamita.

Lezione n. 1: non aspettarti di imbatterti in un pop-up. Come i rave degli anni '90, devi sapere che c'è.

Lo stesso vale per AsiaDog, perché è stagionale. In estate, AsiaDog prende il controllo del Trophy Bar, un bar di quartiere a Williamsburg, il martedì sera. AsiaDog serve hot dog conditi con condimenti di influenza asiatica. Uno spalmato con curry giapponese e mele kimchi fatte in casa è popolare, così come il bánh mihot dog in stile e il bulgogi-hamburger ispirato. L'atmosfera è sobria, come un barbecue informale in giardino, con la chef-proprietaria Melanie Campbell alla griglia.

Lezione n. 2: aspettati di aspettare a un pop-up, specialmente quando è coinvolta la birra.

Trophy Bar è stato il primo di molti pop-up per AsiaDog. L'estate scorsa è apparso in diversi bar, soprattutto a Manhattan, quasi tutte le sere. Campbell si sta preparando ad annunciare il programma di questa estate, ma nel frattempo, puoi provare i cani ogni fine settimana al mercato delle pulci di Brooklyn a Fort Greene e alla Bell House, uno spazio per spettacoli nel quartiere Gowanus di Brooklyn che prenota AsiaDog ogni volta che viene venduto- fuori spettacoli.

Come ogni evento underground, questi pop-up vengono spesso annunciati all'ultimo minuto e l'unico modo per seguirli è su Twitter. Anche il sito Web di AsiaDog non ha sempre il suo programma più recente.

Lezione n. 3: Rimani aggiornato su Twitter.

Bep e AsiaDog hanno avuto una durata di conservazione più lunga rispetto ad alcuni pop-up, che sono di progettazione di breve durata. Durante la settimana di San Valentino, a New York City sono spuntati due negozi di dolciumi. Dorie Greenspan, l'autrice di libri di cucina, e suo figlio Josh hanno rilevato una parte di un parrucchiere nell'Upper East Side per provare la sua attività di biscotti. Non è stato del tutto casuale che Josh si sia tagliato i capelli al salone, e Greenspan è nota per le sue ricette di biscotti.

La natura nascosta dei pop-up significa che a volte le solite pratiche burocratiche dei negozi fisici vengono ignorate. Anche se i pignoli potrebbero chiedersi quanto sia saggio vendere - o comprare - cibo in un salone, Josh dice che non ci sono stati problemi. I biscotti, confezionati singolarmente in sacchetti di cellophan, venivano venduti dove non si effettuava il taglio dei capelli. Si sono esauriti progressivamente prima di ciascuno dei sei giorni di apertura del pop-up, e ora i Greenspan stanno cercando uno spazio per aprire una panetteria permanente in autunno.

Lezione n. 4. Vai all'orario di apertura.

Kumquat Cupcakery e Liddabit Sweets, due artigiani con sede a Brooklyn che vendono principalmente al mercato delle pulci di Brooklyn e sui propri siti web, sono spuntati temporaneamente nello spazio precedentemente occupato da un negozio di abbigliamento vintage e articoli per la casa a Greenpoint, un altro quartiere di Brooklyn. Il kumquat troppo spesso ha esaurito le sue "cakelettes" in miniatura e Liddabit spera di aprire un giorno un'attività fisica più permanente.

E, come con ogni buona tendenza, l'establishment ha preso piede.

Danny Meyer, uno dei più grandi ristoratori della città, ha lanciato un ristorante pop-up alla mostra Biennale del Whitney Museum of American Art. Per tutta la durata della mostra — che durerà fino al 30 maggio — all'interno del museo è aperto il ristorante temporaneo, chiamato Sandwiched. Gli chef dell'impero di Meyer, come Floyd Cardoz di Tabla e Daniel Humm di Eleven Madison Park, hanno progettato panini per il menu, e i pasticceri dei ristoranti hanno creato dolci per la lista dei dessert.

Metropolitana? Probabilmente no. Ma ci sono ancora molte cose meravigliose da mangiare, con una data di scadenza davvero alla moda.


Foil and Triumph: un momento cruciale per Achatz e Alinea

Era il 17 marzo quando Concedere Achatz è stato chiamato a un incontro per sentirsi dire che il mondo del cibo era ormai diverso. Il suo Alinea Il gruppo di ristoranti di Chicago stava affrontando il disastro e l'unica via d'uscita era quella di darsi da fare.

In poche ore era in cucina. "Pensavo che saremmo stati in grado di fare forse 100 [pasti] per il ritiro", ha detto Achatz, ma il suo socio in affari a lungo termine Nick Kokonas aveva altre idee. "Ha detto che se non puoi vendere 500 pasti a 35 dollari l'uno, immagino che tu non sia un grande chef."

Quando un uomo come Kokonas parla di ristoranti, gli chef ascoltano. L'esperto ristoratore e creatore del sistema di prenotazione Tock ha passato anni a osservare il traffico dei ristoranti e il suo falco. "L'ho guardato in tutti i modi diversi", ha detto ad Achatz. “Penso che questo sarà un grosso problema. Adesso dobbiamo prepararci».

Anche se Achatz non credeva ancora che il mondo della ristorazione stesse per crollare, decise di agire con le parole di avvertimento di Nick che gli risuonavano nelle orecchie. “Sono tipo, 'ovviamente farò 500'. E poi nella mia mente penso: 'Santo cielo, 500 mi sembrano tanti'".

Nel giro di tre giorni il team ha iniziato a sfornare Wellington di manzo pre-cotto, purè di patate Robuchon, sugo di carne, crème fraîche al rafano e dessert crème brûlée in scatole di alluminio. Cinquecento cene sono andate esaurite dal momento in cui è stato attivato il sistema di ordinazione online e sono andate esaurite ogni sera per l'intera durata del menu di 14 giorni.

Foto: Pasticceria Alinea® Per gentile concessione di Grant Achatz

“Il processo di pensiero del menu era: cosa mi piacerebbe mangiare e cosa mi dà conforto cucinare e mangiare? Immediatamente per me, ovviamente, è stato il cibo francese, l'iconico coq au vin, tutto quel genere di cose”. Alinea trasformato in un take-away durante la notte. Una fila di auto fiancheggiava il marciapiede e il personale della reception in guanti e mascherato accoglieva i commensali nascosti dietro paraurti e volanti. Un'elegante operazione di back-office gestiva i tempi rigorosi su ordini provenienti da una sala da pranzo che ora sembrava più simile al controllo della missione, con una task force di spedizionieri armati di iPad.

Le persone che solo un mese prima avevano posato sul tavolo biancheria pulita, argento lucido e ogni sorta di gadget gastronomici stavano ora imballando contenitori di carta stagnola, infilando tubi in bicchieri di plastica, picchiettando sugli schermi e spedindo dal cemento nel parcheggio.

Foto: Alinea Brigade® Per gentile concessione di Grant Achatz

Sono passate sette settimane e quello che Achatz ha visto per la prima volta come un'interruzione dell'attività o un progetto di novità "blip-on-the-radar" è diventato una realtà vissuta senza una fine in vista. “Pensavamo di fare un menu o due. All'inizio, ricordo di essere stato così ingenuo a riguardo, ma è qui per rimanere per sempre in qualche modo. A breve e medio termine, questo è reale”.

A maggio, Alinea compiuto 15 anni. Ma questa pandemia non avrebbe rovinato le feste di compleanno di nessuno. Se i commensali non potevano venire alla festa, Alinea porterebbe loro la festa. Hanno creato uno speciale menu degustazione da asporto di sei portate, incluso l'iconico dessert da tavola del ristorante.

Uno dei piatti più fotografati nel mondo della gastronomia - un gran finale di cioccolato adagiato ad arte su una tovaglia speciale davanti a commensali sbalorditi - è diventato leggenda. Ora veniva imballato in contenitori e lasciato libero per essere sparso sui tavoli da pranzo in tutta la città di Chicago. Uno chef con 30 anni di esperienza e tre stelle Michelin ha improvvisamente cercato di insegnare a cuochi casalinghi intimiditi cosa fare con cinque stampini e un mucchio di accessori via Instagram video.

Achatz era stato inizialmente scettico. "Pensavo che non avrei mai corso il rischio di mettere Alinea's là fuori per le persone che mettono il cibo in un forno a microonde a casa", ha detto. Ma poi ha scoperto una richiesta che non sapeva esistesse. La gente voleva Alinea 'andare'. E così ha abbracciato un'idea che avrebbe visto uno dei migliori ristoranti del mondo avere la cena del 15° anniversario confezionata in contenitori da asporto.

Foto: Alinea Caviar Oysters® Per gentile concessione di Grant Achatz
Per l'anniversario Achatz ha affermato che il team ha cambiato marcia in cucina in un "modo serio e drammatico". Gli odori e i suoni provenienti dalla cucina hanno ricordato ad Achatz i vecchi tempi, quando il team è tornato agilmente dal comfort food francese al livello del mestiere in cui amava cucinare. "Tutta questa cosa era come un ingrandimento dell'essenza stessa di Alinea e quello che ci siamo proposti di fare 15 anni fa”.

Nel frattempo, le persone a casa stavano diventando creative. Alinea è stato inondato di foto di tavoli drappeggiati di lino, i migliori bicchieri di vino erano fuori e la notte in quarantena data con Alinea è nato il cibo in casa. "C'era una cosa molto emotiva e viscerale che stava accadendo", ha detto Achatz. Erano riusciti a ricreare la magia del Alinea esperienza culinaria a casa.

Stava accadendo nel modo in cui l'aveva chiamato Kokonas quando il team di gestione si era riunito per la riunione di crisi in quell'edificio vuoto del ristorante tutte quelle settimane prima. Per Achatz, la scelta è stata semplice: “Se ci uniamo e lo abbracciamo, sarà grandioso. In caso contrario, saremo impotenti. Insieme saremo fantastici. Questo è un gruppo creativo e lo animeremo".

Di conseguenza, il morale della squadra a Alinea non è mai stato così alto, e nemmeno lo slancio per andare avanti è stato così forte. "Questo momento sarà iconico", ha detto Achatz, sapendo che queste ultime settimane di lavoro collettivo e trionfo faranno per sempre parte del Alinea leggenda. “Sì, è davvero bello, lo senti tutto il tempo, quando le persone vivono queste esperienze condivise. Siamo stati fortunati, abbiamo licenziato tutti e tre giorni dopo abbiamo riassunto il 37 per cento. Poi un paio di settimane dopo eravamo al 60% e ora ogni dipendente che sceglie di tornare è tornato a tempo pieno con l'azienda”.

La prospettiva di una futura riapertura dopo il picco del coronavirus ha entusiasmato anche Achatz. “È un'opportunità creativa, un punto di partenza. Potremmo servire roba da contenitori di plastica ma è ancora Alinea. E questo è tuo, quell'IP [proprietà intellettuale]. Lo possiedi. Chiunque siano gli chef, qualunque cosa stiano facendo. Questa è la loro, quella creatività". Per uno chef che ama lavorare con la creatività della costrizione, invece di sfornare 130 coperti a notte, c'è improvvisamente la possibilità di diventare un 'enigma'. "Per far fluire tutti quei succhi creativi, ho tutta questa proprietà che è ancora qui, è tutto uguale, ma i miei ospiti sono il 60% in meno ed è una grande gamma creativa".


L'inaugurazione di un impero - Grand Opening di Pop Pie Co.

Aggiungendo la tua email accetti di ricevere aggiornamenti su Spoon University Healthier

Una crosta sottilmente dolce e delicatamente friabile che nasconde un'esplosione attraverso la tavolozza a tua scelta tra dolce e salato o qualsiasi altra via di mezzo. That's what a pie is, and that's what people came to Pop Pie Co. in hopes of experiencing.

Ming-Ray Liao

Although Pop Pie Co. advertised the start of their Grand Opening Celebration as beginning at 7 AM, we encountered a rather long queue of eager neighbors and friendly locals at just 7:10 AM.

Ming-Ray Liao

After over an hour of waiting, we finally made our way inside the monochromatic shop and were immediately greeted by the pungent aroma of freshly-ground coffee beans and the welcoming scent of buttery pastry dough.

Ming-Ray Liao

While there were ten tantalizing flavors of savory and sweet pies available, and we would have liked to select all of them, each customer was allowed to order a maximum of two because #SharingIsCaring.

Ming-Ray opted for the savory, vegetarian option of a Jackfruit Pot Pie and the sweet, matcha option of a Green Ceremony Pie whereas I opted for the Steak & Ale Pot Pie as well as the Coconut Cream Pie.

Ming-Ray Liao

The Jackfruit Pot Pie was the acclaimed option among vegans, and as I bit into the luscious morsels, I understood why. Pop Pie Co. uses young jackfruits before they develop the nectarous sweetness of a fruit and it works amazing as a meat substitute.

The young jackfruit has the substantial texture and absorbent quality of chicken, and I thought I accidentally ordered the chicken pot pie instead.

Ming-Ray Liao

The Coconut Cream Pie was a greatly appreciated surprise as what I assumed to be empty, lackluster cream turned out to contain chunks of young coconut flesh!

Artificial or substitutes pales in comparison with the real deal. The flesh gives the pie a more solid and satisfying bite, and carried a very natural and inviting sweetness that tempted me to order another one.

Ming-Ray Liao

Pop Pie Co. also offers a diverse assortment of coffee from local roasters Bird Rock and James Coffee, to Heart Coffee from Portland. The cortado was a desirable ratio between milk and espresso, allowing the two spectrum of aromas to fuse into a much needed pick up on an early Saturday morning.

Ming-Ray Liao

During our breakfast, we even encountered the pastry mastermind and co-owner behind this hot, new concept - Suebtrakarn Suebsarakham (Gan).

Despite being raised in Thailand, Gan started making American pies at a very early age and mentions taro as being his specialty. Over the years, he has worked tirelessly to perfect his crust recipe with just three simple, secret ingredients - something he greatly prides.

Ming-Ray Liao

As his empire is taking off, Gan is armed with 16 savory tastes and 20 sweet tastes for his pies that he hopes to begin rotating once all of the administrative matters settle down. He even hinted to us a debut of his famous taro pie.

#SpoonTip: Try the more unique flavors like jackfruit, green curry, and coconut to experience the fusion of Southeast Asian staples with the American classic.


Saratoga Performing Arts Center Gets Updated (Capital-Saratoga)

Your favorite outdoor performing arts venue in Saratoga Springs is getting some much-needed upgrades, including new ramps and lighting with modern compliant designs, improved visitors&apos services areas, two new buildings for concessions and restrooms, and new event space that will weather all seasons in the Main Plaza. Updates to the center are ongoing.

Don&apost forget to post photos of your New York adventures on Instagram e Twitter with #iSpyNY and tag us on Facebook!


Guarda il video: Pop-Up Cheetos Restaurant In NYC (Gennaio 2022).